offerta natale tartufi offerta natale tartufi

Ravioli al tartufo: ecco la ricetta giusta!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...Loading...

Un primo piatto ricco e gustoso, impreziosito dall’aroma inconfondibile del tartufo bianco.

Ravioli al tartufo
  • Dosi per
    4 persone
  • Tempo di Preparazione
    45 Minuti
  • Tempo di Cottura
    3 Minuti
  • Tempo Totale
    48 Minuti

Oggi vedremo di preparare un classico della nostra cucina: i ravioli fatti in casa, a cui daremo un tocco in più con il pregiato tartufo bianco. Eccovi qualche utile consiglio per preparare dei ravioli al tartufo degni di quelli preparati al ristorante.

Ravioli al tartufo: come scegliere il tartufo bianco.

Il tartufo in generale, e quello bianco in particolare, è un fungo sotterraneo molto delicato che, una volta raccolto, deperisce molto velocemente, perdendo tutte le sue caratteristiche organolettiche che lo rendono così ricercato.
Capirete allora l’importanza di acquistare un tartufo bianco freschissimo e di ottima qualità, rivolgendovi possibilmente a rivenditori seri e di fiducia. Quando acquistate del tartufo controllatelo bene:

  • Il tartufo deve avere un colore uniforme.
  • Deve essere consistente e compatto al tatto.
  • Premendolo fra le dita deve opporre resistenza (quando comincia ad essere meno compatto vuol dire che si sta deteriorando).
  • Deve avere un odore intenso (il picco del profumo lo raggiunge con la maturazione), evitate quelli poco profumati perchè sono acerbi e di conseguenza anche poco saporiti.

Per scongiurare la presenza di parassiti, avvicinatelo all’orecchio e premetelo con le dita: se emette dei crepitii vuol dire che al suo interno vi sono piccoli fori, probabilmente causati da inquilini sgraditi.

Un tartufo rispondente a tutte queste caratteristiche sarà perfetto per preparare degli ottimi ravioli al tartufo.

Tartufo bianco: pulirlo e conservarlo.

Una volta acquistato il vostro tartufo bianco, se non volete consumarlo subito (che sarebbe sempre l’opzione migliore), potrete conservarlo massimo per una settimana in frigorifero, avendo l’accortezza di:

  • Non lavarlo.
  • Avvolgerlo in carta da cucina.
  • Inserirlo in un barattolo di vetro a chiusura ermetica e metterlo nella parte meno fredda del frigorifero.
  • Sostituire la carta tutti i giorni per evitare che il tartufo marcisca.

Cercate comunque di utilizzare il vostro tartufo il prima possibile, per evitare che perda il suo aroma.

Una volta che dediderete di utilizzarlo, ricordatevi che il tartufo bianco va pulito con delicatezza estrema: usate uno spazzolino a setole morbide per togliere la terra e passatelo velocemente sotto un filo di acqua corrente.

Una volta che lo avrete ben asciugato sarete pronti per preparare i vostri ravioli al tartufo!

Ingredienti per 4 persone

Pasta all'uovo

  • 500 gr farina 00
  • 5 tuorli d'uovo
  • 1 uovo intero

Ripieno

  • 300 gr spinaci
  • 300 gr ricotta vaccina
  • 1 tuorlo d'uovo
  • qb parmigiano Reggiano
  • qb noce moscata

Condimento

  • qb olio Evo
  • qb tartufo bianco

Procedimento

Pasta all'uovo

  1. Disporre la farina a fontana.
  2. Aggiungere le uova ed un pizzico di sale fino.
  3. Impastare fino ad ottenere un composto uniforme.
  4. Lasciare riposare in frigo almeno mezz'ora, in modo che l'impasto diventi più elastico.
  5. Stendere la pasta con il mattarello finchè il suo spessore non raggiunge i 3/4 mm.
  6. Tagliare dei dischi del diametro di circa 5 cm.

Ripieno

  1. Mondare gli spinaci e cuocerli al vapore per circa 3 minuti.
  2. Tagliarli molto finemente con il coltello.
  3. Unire agli spinaci la ricotta ben sgocciolata, il rosso d'uovo, un pugno di parmigiano ed un pizzico di noce moscata.
  4. Mettere il tutto in un sac a poche.

Ravioli

  1. Riempire a metà i dischi precedentemente preparati.
  2. Avvolgerli delicatamente e chiudere la pasta assicurandosi che sia ben sigillata.
  3. Cuocere i ravioli in acqua bollente per circa 3 minuti.
  4. Impiattiamo i ravioli e, quando sono ben caldi, copriamoli con delle scaglie di tartufo bianco ed un filo d'olio.

La fase più difficile della nostra ricetta dei ravioli al tartufo è probabilmente il momento della chiusura di questi ultimi: dobbiamo assiscuraci di sigillarli bene con le mani, altrimenti rischiamo che in cottura si aprano e fuoriesca tutto il ripieno. Per evitare tutto questo state attenti a due cose:

  1. Non mettete troppo ripieno (deve ricoprire non più della metà del tortello).
  2. Bagnate leggermente i bordi del tortello con un pennello a setole morbide precedentemente inumidito.

 

1 commento

  1. Maria Giorgi

    Grazie

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares